Disturbo Ossessivo Compulsivo da Relazione

E se appena vedo il mio partner non lo trovo abbastanza attraente?                Doc da relazione

Questo tipo di disturbo Ossessivo Compulsivo  riguarda le relazioni affettive. Si manifesta con dubbi, ansia, insicurezze e gelosie verso la persona con cui dividiamo la vita e l’insicurezza sulla validità della relazione.

E’ normale per le persone, durante un certo periodo del rapporto sentimentale avere perplessità e dubbio  sulla relazione e il proprio partner.

Spesso può capitare di avere sentimenti  contrastanti rispetto al partner. Fa parte della naturale evoluzione del rapporto.

Può capitare di provare attrazione per altre donne o uomini e di chiedersi se tale sensazione può avere un riflesso sulla propria relazione.

Queste dubbi legittimi e queste preoccupazioni, per alcune persone diventano a poco a poco sempre più forti, costanti e disturbanti e causano un’ansia crescente.

In questi casi può manifestarsi il Doc da Relazione.
Ci sono “indizi” che possono far capire se sono normali dubbi di un rapporto sentimentale o insidie, tranelli del Doc da relazione.

Doc da relazioneSiamo cresciuti con i film romantici, il mito dell’amore , del principe azzurro, della principessa e del “vissero felici e contenti”.

Il Doc da Relazione si serve di questi condizionamenti facendo confronti tra il mondo ideale (dove gli innamorati sono perfetti, le relazioni sono romantiche e felici e non si hanno mai dubbi sulla relazione) e la  realtà, dove invece le cose sono in un modo del tutto diverso.

E’ qui che si scatena la micidiale logica del disturbo ossessivo compulsivo:“se questo fosse vero amore non dovrei sentirmi così”.

Come capire se ci troviamo di fronte ad un Doc da Relazione quindi?

Sintomi del Doc da relazione

1. Insofferenza all’incertezza: uno dei segni del DOC è l’incapacità a sopportare anche il più minimo segno di incertezza.

Chi soffre di Doc da relazione ha bisogno di sapere con certezza cosa pensa l’altro/a, come si sente, cosa prova, cosa ha fatto.Il non saperlo con certezza è fonte di grande ansia.

Disturbo ossessivo compulsivo da relazioneLo amo o non lo amo?”domanda limite del Doc da Relazione:”

Una persona normale che non soffre di Doc, felicemente insieme da molti anni, potrebbe tranquillamente ribattere con un “mah… a giorni alterni”, oppure potrebbe pensare: “Certo che lo amo! Ma a volte lo odio!!”.

Per il docker queste dubbi sono inaccettabili.

2. Pensiero del tipo ‘Tutto / Niente’

Appena nasce il dubbio che la relazione non va bene, arriva il pensiero cardine (“se non penso tutto il meglio di lui, allora vuol dire che non lo amo, voglio lasciarlo”), la certezza che va a rotoli.

3. Pensieri ossessivi

Chi soffre di Doc da relazione si chiede continuamente se quello che prova è vero amore o no.

Si arriva a formulare anche elenchi di pro e contro su svariati aspetti dell’altra persona, quali: aspetto, difetti fisici, moralità, capacità sociali, personalità,gli piacciono o meno.  (da notare l’aspetto “logico” e “razionale” anziché vivere in modo spontaneo la relazione !)

4. Paura delle sensazioni
Sopraggiungono pensieri e dubbi : “e se lei non fosse truccata bene? Se non provassi piacere nel vederla? Se sento la fitta dell’ansia?” ,  domande che suscitano dubbi sulla relazione e creano un’ansia elevata.

5. Comportamenti inspiegabili

Doc da relazioneInterrogare insistentemente e inquisire il / la partner sulla sua fedeltà, lealtà ed amore, finendo per irritare e prendendo poi questa irritazione come prova a favore della fine della relazione.

6. Estrema attenzione alle cose  

Ulteriore differenza tra chi ha questo Disturbo ed una persona normale sta nel fatto che il docker analizza ogni piccolo gesto o difetto fisico che va a  collegare alla sua idea di relazione. Questo fa aumentare i dubbi sulla relazione.

7. Senso di colpa

E’ un sentimento molto diffuso con pensieri di auto-rimprovero del tipo: “Non dovrei sentirmi così nei suoi riguardi” o “Non dovrei provare attrazione per quella ragazza, anche se è più bella della mia” o “forse non l’ amo quanto mi ama lui, sono orribile”.

8. Dubbi Ossessivi                                                                                                          I dubbi del Doc da Relazione sono continui ed persistenti: “mi attrae o mi lascia indifferente?”,  “lo amo o non provo niente?”… Sono tutti dubbi  ai quali viene richiesta  una risposta, che solitamente non va a spegnere il dubbio.

Comportamenti compulsivi nel Doc da Relazione

Nel Doc da relazione sono presenti compulsioni, atti e rituali messi in atto per diminuire l’ansia, ma che di fatto rinforzano il disturbo, perché non si può estinguere un problema immaginario con una azione reale.

Le compulsioni sono prevalentemente mentali. Eccone alcune:

Verifica e controllo continuo dei propri sentimenti (“Provo amore?”),

Monitoraggio dei comportamenti (“sto guardando altri uomini o altre donne?”)

Esame sui pensieri (“E’ normale avere pensieri critici su di lei?”, “E’ normale avere dubbi?”)

-Confronto della propria relazione con quella degli altri ( amici, colleghi, o anche personaggi di film romantici o programmi televisivi).

-Richiesta di rassicurazioni riguardo al proprio rapporto affettivo ad amici, famiglia, terapeuti, o anche indovini e sensitivi.

-Evitamenti

Il docker cerca di evitare quelle situazioni o persone che innescano i dubbi  o ansie (es: la vista di una donna attraente per un uomo è immediatamente collegata alla “paura di tradire”).

Nel Doc da Relazione prevale l’aspetto puramente logico e razionale per paura o incapacità a gestire sensazioni fisiche ed emotive.

Modalità di manifestazione del Doc da Relazione
Il Doc da Relazione si manifesta con due modalità:

Centrato sulla relazione
E’l’amore della mia vita o sto facendo un grande errore ? ”.

Le persone con questa caratteristica, con pensieri ossessivi  incentrati sulla relazione sono spesso sopraffatte da dubbi e preoccupazioni focalizzate sui loro sentimenti, verso il partner, su ciò che il partner prova per loro e su “cosa và più o meno bene nella relazione”.

In genere pensano ossessivamente a pensieri tipo: “E’ la relazione giusta per me?”, “Questo non è vero amore!” , “Chissà se devo lasciarlo” , “E’ tutto corretto?”, “Il partner mi ama veramente?”, “Mi sto disinnamorando ?

Centrato sul partner

Questi docker soffrono di ossessioni focalizzate sul partner.

Possono riguardare: – caratteristiche fisiche del proprio partner (ad esempio, “Il suo naso è troppo grande.”, “Il suo seno non è sodo abbastanza”, “lo trovo brutto”),

-qualità sociali (ad esempio, “Non è abbastanza socievole”, “Lei non ha qualità che servono per avere successo nella vita. »),

-attributi della personalità, come la moralità, l’intelligenza, o la stabilità emotiva (come ad esempio,” Lei non è abbastanza intelligente”, ” Non è emotivamente stabile “).

Questi due tipi di Doc da Relazione possono presentarsi contemporaneamente e rinforzarsi l’uno con l’altro.

Conclusione

Anche il Doc da Relazione, come nel doc Omosessuale, Doc aggressivo o altri, la sintomatologia si fonda su sentimenti di dubbio,  insicurezza e paura di sbagliare. Gli automatismi del disturbo ossessivo si costruiscono sulla sensazione di perdita del controllo del proprio spazio di vita, una percezione che deriva dalla storia personale,  dal primo ambiente di vita e dalle caratteristiche di personalità che sono venute a formarsi,

Seguirà un prossimo articolo sul Doc da Relazione.

Home

Leave a Reply

Your email address will not be published.